Gioconda Fappiano

Gioconda Fappiano è nata a Cerreto Sannita, in provincia di Benevento, dove svolge la professione di docente presso l’I.I.S “Carafa-Giustiniani” e vive a Cusano Mutri, la sua “tana”. Si è laureata all’Istituto Universitario Orientale di Napoli in Lingue e letterature Straniere Moderne e successivamente in Lettere Moderne. È stata corrispondente per il Giornale di Napoli e alcuni suoi articoli di costume e di cultura sono stati pubblicati su il Giornale di Napoli, il Quaderno e Ottopagine. Ha curato nel 2004 la pubblicazione di Cerreto Modernata, un manoscritto teatrale inedito del XVIII secolo. Ha ottenuto nel 2006 il primo posto nel concorso letterario “Città di Montesarchio” con il racconto Lilì Marleene, presidente della giuria lo scrittore Diego De Silva. Presso la Melagrana Edizioni ha pubblicato uno dei racconti contenuti nella raccolta Pensieri di donna (2007). Nel 2009 per la casa editrice Spring pubblica la raccolta Parla con Pedro, con prefazione del regista Ugo Gregoretti, che segna il suo esordio nella narrativa. È autrice della commedia Che 48! Speriamo che sia Italia!, rappresentata nel 2011 dal gruppo teatrale Compagnia del Genio. Successivamente pubblica, nel 2012, La Nicchia delle Vergini,  per le edizioni Ge.a.s con una nota introduttiva dello scrittore iracheno Younis Tawfi k. Nel 2013 si classifi ca al secondo posto nel Concorso letterario “Conversiamo al Casale”, nella sezione “Franca-mente”, dedicata alla fi gura di Franca Rame, con il racconto “Poi ti spiego”, che successivamente farà parte della raccolta Tre novelle romanticomiche (Teta print 2013). Degli scrittori ama dire che sono “ladri di storie”.

 

Poi ti spiego

racconto inserito nell'antologia "d'Autunno"

notturno

racconto inserito nell'antologia "Je suis Chocolat"

amor vincit omnia

racconto inserito nell'antologia "Je suis Chocolat"