Quella Garibaldina della mia trisavola, di Angela Iacobucci


La copertina del libro Quella Garibaldina della mia trisavola

Raramente la narrazione costruita sulla Storia offre al lettore il senso perfetto dell’aderenza dei fatti alla fantasia dell‘Autore.

 L’opera della lacobucci coniuga in maniera superba, ricerca e storytelling, tiene legati in una forma non scindibile il fascino della Storia e l’arsura della narrazione.

 

La prosa è liquida, senza retorica e senza sfarzi di fantasia.

L’apprezzerà il lettore avido di trame, e ne rimarrà affascinato chi è assetato di conoscenze storiche di un’epoca letta ancora in chiaroscuro.

È un salto vertiginoso nella Storia e nei Tempi, si incrociano le vite di personaggi ai quali viene restituita la dignità di guerrieri coraggiosi e che resteranno nella memoria del lettore. L’Autrice ha scolpito le personalità dei protagonisti -sia di quelli realmente esistiti che degli altri frutto di fantasia- in maniera potente e rettilinea, con prosa maliarda.

È convincente l'inchiesta documentale come decisa l'impostazione narrativa.

Documento e narrazione si sposano in maniera sublime, con la guida sapiente e persuasiva di una maestra di cerimonie di raro spessore culturale e di grandi capacita narrative.

 

Acquistare online